Ascolta i canti

Sezione APPENNESE – menu di navigazione:
Appennese
Ascolta i canti
I testi del canto “a lungu”
Canto “a lungu” ed altro
La voce danza, la natura racconta
Ali – coreografia di Yang Yu Lin

 

Questi canti sono stati registrati il 15 maggio 2001 nei locali del Centro Anziani di Marcellina da studenti e insegnanti della scuola media, nell’ambito di una ricerca sull’Appennese proposta dal Centro Promozione Danza per il progetto “Rassegna delle arti popolari” della Pro-Loco di Marcellina, all’epoca presieduta da Carlo Ricci.

Riprese audio eseguite da Oscar Bonavena

 

Da sinistra: Olimpio Cecchetti, Mariano Cecchetti, Antonio Cecchetti, Giovanni Passacantilli

 

APPENNESE


Cantano: prima Giovanni Passacantilli e Antonio Cecchetti, poi Mariano Cecchetti e Olimpio Cecchetti

 

ALLA METITORA


Cantano: “abbia” (avvia) Giovanni Passacantilli, poi Mariano Cecchetti e Olimpio Cecchetti

 

ALLA CAVALLARA


Cantano: Mariano Cecchetti e Olimpio Cecchetti

 

ALLA MONTAGNOLA


Canta: Mariano Cecchetti

 

LA POETA


Canta: Olimpio Cecchetti

 

———————————-

Le registrazioni che seguono sono state tratte da un fondo di Mario Cecchetti e da lui stesso realizzate negli anni 1963 e 1964. Le registrazioni, seppur di livello amatoriale, sono di interessante valore storico e sociale; questo modo di cantare è definitivamente scomparso e le fonti si sono ormai perse.

Restauro nastri originali a cura di Oscar Bonavena

LA VIOLA

La particolare linea melodica de “la Viola” la rendeva particolarmente adatta all’esecuzione con voci femminili. La registrazione è stata effettuata durante un raduno della famiglia Cecchetti.

Bella non te scordà del primo amore, vojo vedé se la parola vale

Cantano: Maria Giosi (1902-1998) e Quintilia Giosi (….-….)

 

ALLA SAMPOGNARA

Così denominato perché, il canto per una voce sola, veniva accompagnato dalla zampogna. In questa versione il canto viene eseguito senza zampogna.

Li fiori che portate ‘n petto cara, manco la primavera no li mena

Canta: Pasquale Tozzi (1911-1983)

 

ALLA PALOMMARESE

“Alla palommarese” è un particolare modo di canto “a lungu”. Pur derivando il nome dal vicino paese, pare che il canto sia sconosciuto a Palombara Sabina.

Quanto je vojo bene a chi capisce, a chi la voce mia la riconosce

Cantano: Maria Giosi (1902-1998) e Lisa Fioravanti (….-….)

Share Button
Print Friendly, PDF & Email